venerdì 30 ottobre 2009

TERRA vs Co2





Ieri mi sono avvicinata all'internet con la voglia di perdere l'intera giornata davanti allo schermo: fuori il tempo non invitava a fare altrimenti, la mia giornata era sgombra d'impegni fino alla sera, quindi il computer serviva a cazzeggiare e soprattutto, ad allontanarmi dall'asse da stiro che chiedeva vendetta.
Piazzata l'asse da stiro proprio davanti alla scrivania - così che i sensi di colpa della casalinga perfettina si sono
scatenati acquietati quel tanto che basta per non irrigidirmi tutta - mentre si scaldava il ferro- seeeee - ho fatto una rapida incursione sulle prime pagine dei giornali on line e vi ho trovato un test promosso dal WWF, che servirebbe per calcolare il nostro impatto di emissione di Co2, sull'ambiente circostante. Che figata!
Certa di risultare da primina della classe, la coccola della maestra,l' antipatica di turno, mi son messa lì, incurante della Luisa che dentro gridava che era tempo di fare le cose, non di perdersi alla ricerca di domande che hanno già risposte conosciute. Sorda come non mai al richiamo al dovere ho cominciato.

Il test parte con la ferale domanda: "Quanti siete in casa?". La risposta secca è uno, visto che non credo che il gatto conti e non posso inserire nessun decimale per quel mezzo che ci starebbe proprio bene: un uomo, purché latitante ce l'ho...
Poi si passa ai ragguagli sulle bollette - luce, gas - e consumi sul riscaldamento. Scopro che il pallets non è compreso e metto il tonnellaggio dei consumi sotto la voce "legna".
Poi le abitudini di guida. la potenza della macchina, i chilometri percorsi e quanti gli occupanti del veicolo: efficiente, che significa che non faccio rally e Igno mi prende in giro dicendo che ho una guida da pensionato, media, circa 4000 annui messi giù senza aver dati certi in mano, e infine, miseramente uno. Anche qui i decimali non sono previsti, ma almeno uno 0,4 me lo meritavo, perché se è vero che sono sola, a volte viaggio con amici a cui non piace la mia guida, raramente con l'omo, più spesso con mia sorella.
Viaggi aerei espressi in ore di volo: metto tutti quelli che mi servono per raggiungere l'uomo a 1000 km di distanza e aggiungo un'intercontinentale all'anno per visitare mia sorella. Scordo - di proposito - i voli interni del mio ultimo viaggio in Canada: quella era un'occasione speciale, mica vado in giro per il Canada tutti gli anni, no?!
Col treno me la cavo un po' peggio: metto una cifra tot, tanto per dire che il treno lo prendo, ma non tanto spesso.
Reparto cibi: "Sono vegetariano?"... MA DDE CHE!!!! Avanti ancora per scoprire che mangio carne di mucca due volte a settimana - mai calcolato prima - e che la carne di mucca prima di arrivare al bancone della macelleria produce Co2 in quantità impressionante; qualche volta sbrano animali da cortile e maiale che invece ne producono meno, stessa cosa per insaccati. Alla voce formaggi e latticini mi lancio sulle decine: se devo contare tutte le tazze di latte che mi prendo prima di andare a dormire, quelle da sole fanno almeno 7 a settimana. Poi c'è il cacio sui maccheroni - anche quello conta? - e ce lo metto, la crescenza bio che non manca mai in frigo e la feta per l'insalata. Orrore: la produzione di formaggi riscalda il pianeta più o meno come la carne di vitella... Il computer mi fa sentire una merda... Ma che devo fare? E' vero!
Alla fine le verdure e la frutta: "Compro solo verdura di stagione?": più o meno sì. "Solo prodotti locali?": ci sto attento e mi rifornisco dal produttore. "Sto attento agli imballaggi?": certo!
E così avanti fino alla fine del test.

Quando arrivo in fondo ho la certezza di essere molto bravo nei riguardi dell'ambiente, totalmente biologico/ecocompatibile, quindi quando vedo il risultato che supera i

16

mi viene da ruzzolare per terra dallo sconforto. La media nazionale supera di poco i

9

quindi io sono una DEBOSCIATA/INQUINATRICEDIMERDA/PAZZAEINCONSAPEVOLE!!!!!


Ma non finisce qui!!! La schermata mi spiega anche con un tono falsamente istruttivo, che se tutti inquinassero come me, ci vorrebbero 13, dico TREDICI Italie per poter smaltire la massa del mio Co2. La stessa stronza mi spiega che sarebbe meglio confrontare questi dati con i miei amici, così da renderli edotti che sono amici di una bastarda che io consumo parecchio e loro potrebbero insultarmi a morte indicarmi la strada per consumare più consapevolmente. MANCO MORTA!!!!! Questo è un segreto che morirà con me. Puoi giurarci, carina!

Meglio se stiravo e stavo lontana dallo schermo maledetto.
Mi piazzo dietro l'asse e sento dentro di me la voce della Luisa che sghignazza. Passo e ripasso un lenzuolo, che se non la smetto cuoce a puntino, pensando che ci dev'essere un errore di fondo.
Ma non sono io quella che ha isolato tutta la casa per evitare le fughe di calore col sughero naturale? Non sono io quella che ha cambiato tre finestre per metterci i vetri isolatissimissimissimi? Non sono io quella che ha riempito le intercapedini dei muri esterni con l'argilla espansa? Non sono io quella che ha preteso il pannello solare per avere l'acqua calda a impatto zero? Non sono io quella che usa una stufa a pallets perché il pallets è fatto con gli scarti del legno e non con le foreste equatoriali? Non sono io quella che ha scelto un parquet proveniente da foreste ecologicamente sostenibile? Non sono io quella che ha voluto che tutti i materiali per la ristrutturazione venissero dall'Italia
anche se con quello del bagno mi hanno fregato alla grande, per non inquinare troppo con i trasporti? Non sono io quella che ha messo la cassetta per recuperare l'acqua piovana e innaffiarci i fiori, senza sprecare quella potabile? Non sono io che come Igno, recupero l'acqua fredda della doccia per farci i lavaggi in lavatrice?
IO, quella che si è comprata la pallina di ceramica per usare meno detersivo! IO, quella che ricicla da quando ci sono i bidoni e tutti la prendevano per le mele! IO, che spengo il motore della macchina quando mi becco i rossi che so essere troppo lunghi! IO, che rompo le scatole al supermercato se trovo i limoni argentini e le frutta spagnole! IO, che se devo scegliere tra un prodotto e un altro valuto provenienza, imballaggio prima degli ingredienti e del prezzo!

Incazzata come una biscia ho finito di stirare. Fancù, crepassi qui se faccio un altro test!
Firmato: Melinda, la Vs amica che rilascia... Co2

4 commenti:

Barbara ha detto...

Semplicemente:
1. non credo che la media nazionale sia veramente 9.
2. stai andando alla grande, non ti serve un test per sapere cosa fai. Semmai ti ha dato informazioni nuove delle quali, se vorrai, potrai tener conto.
3. Se dovrai efettivamente tener fede alla parola data...NON fare più test!
Ti mando un forte abbraccio a impatto zero!! E continua così.

titina ha detto...

Che la media nazionale non superi il 9 non ci credo neanche se lo vedo, secondo me basta farsi una passeggiata dalle parti di una qualsiasi discarica di una qualsiasi città italiana per rendersene conto. Mentono sapendo di mentire, spudoratamente.
Lascia perdere quello che dicono (mi spiace per il WWF, ma hanno preso un abbaglio).
Mi sa tanto di quell'altra media secondo cui non so chi mangia in media due polli ogni tot, poi si scopre che il concetto di "media" è una solenne fregatura.
A giudicare dalle tue abitudini eco-bio-sostenibili ti dovrebbero dare la medaglia al valore.

Melinda ha detto...

Grazie per la comprensione e il sostegno.
A volte mi intigno nelle considerazioni altrui invece di guardare quello che è reale. E mi ci vuole un po' per uscire dal loop.
Volevo appunto esprimere quello che c'è d'assurdo nei test, in questo prima di tutto: per quanto fai di buono, se non rientri nel campione delle domande pre-impostate non ci stai dentro, neppure se ti fai in 4.
Allora il test può solo assumere il valore di una fonte di informazione e stimolo, come diceva Barbara per chi lo fa con coscienza e per conoscenza. Ma per quanto riguarda il suo valore intrinseco... Non ce ne trovo.

ignominia ha detto...

test? Ecchè sono i test? Le statistiche mi hanno sempre fatto incrociare gli occhi per lo stesso motivo del pollo che menzionava Titina. Non so con che criterio possono dire che la media Nazionale è 9 e poi, cosa che mi fa ridere e piangere al contempo, che ci vogliono 13 Italie per compensare? Ma ci pensi? manco fossimo un esempio di valore negativo da usare per parificare il consumo altrui, un jolly della situazione- noi!? E che i tuoi amici siano molto più bravi di te mi fa proprio ridere, specie dopo che hai elencato tutto quello che ti fa la regina del "politicamente corretto" anche quando questo va contro il tuo interesse personale (ovvero: le tue tasche). Prima di tutto scommetto che il test era del faccialibro dove ci sono test scemi e soggettivi (ne puoi fare uno tu se vuoi il che ti dice da dove provengono queste perdite di tempo che si propagano come virus.)Secondo: è chiaro che il pianeta stava meglio senza l'uomo ma ormai ci siamo che vogliamo fare? Dove ti giri scopri che quello che fai danneggia qualcuno o qualcosa, quindi ognuno si scelga la sua lotta, ma non puoi combatterle tutte altrimenti l'unica soluzione è l'autoeliminazione. E non è una soluzione giusta per chi ama le Melinde di questo mondo, no? Il senso di colpa verso lo spreco che proviamo anche per quelli che non ce l'hanno, non ripulirà il pianeta, nemmeno se lo sublimiamo in autoflagellazioni e privazioni ascetiche. Quindi, relax, se il pianeta deve andare a sfacelo, e a volte penso a quante altre civiltà siano sepolte sotto questa terra, civiltà che come la nostra sono arrivate erroneamente troppo avanti, che vada a sfacelo. Io faccio del mio meglio come te, ma lo faccio solo perchè non potrei fare altrimenti, e se si va tutti a puttana ho la coscienza a posto.
distortc